CICCONE
Home
Biografia
Opere
Mostre
Notizie
Libri & Stampe
Contattaci
English

 

 


The Lydia Series
Electa Mondadori
Milano
2007

di Vittorio Sgarbi

Antonio Ciccone disegna.  Guarda e disegna.  La sua mente non è sfiorata dal dubbio sul primato del disegno.  Egli deve pensare che se si decide di essere pittori, come se si decide di essere sarti o cantanti, occorre seguire certe regole.
L’artista trascrive, illustra, trasferisce la realtà sulla carta, nella pittura.  Non ci sono vie d’uscita o scorciatoie.  Ciccone ha davanti una donna e deve riportarla sulla carta, con fedeltà, verosimiglianza, attenzione ai tratti esteriori e ai movimenti interiori, alla grazia come alla malinconia.

Da questa attitudine, semplice, ineludibile, discende la serie dei ritratti di Lydia che ora, per l’affetto di un marito premuroso, vediamo sulle bianche pareti del Museo di Storia Contemporanea in via Sant’Andrea.  E’ un’occasione unica per osservare la testimonianza di un’arte senza tempo, in immagini nitide e minuziose nel passaggio dal disegno alla pittura.  Ciccone da un lato risale al mestiere di Pietro Annigoni, dall’altro si ispira al taglio moderno e fotografico di David Hockey.  Ne escono disegni taglienti e sentimentali, con una pulizia insolita e non compiaciuta.  Lo sguardo di Lydia ci accompagna a lungo nel variegato percorso della “Bella Estate” milanese.

Vittorio Sgarbi
Milano
2007




Home  |  Biografia  |  Opere  |  Mostre  |  Notizie  |  Libri & Stampe  |  Contattaci  |  English

© Copyright 2005 Antonio Ciccone       Tutti i diritti riservati       Riproduzione delle immagini vietata